psicoterapiaLa psicologia è la “scienza del comportamento umano” avente il principale obiettivo di comprendere, osservare e interpretare i processi mentali-affettivi-relazionali che lo determinano in tutta la sua complessità.

Per svolgere adeguatamente la professione di psicologo è necessario un percorso formativo che prevede una laurea quinquennale in psicologia, un periodo di tirocinio formativo-professionale della durata di un anno, e il superamento di un’esame di stato e la relativa iscrizione alla sez. A dell’albo degli psicologi, suddiviso in sezioni regionali.
Secondo la definizione data dalla legge n. 56 del 18.2.1989: “La professione di Psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione/riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali ed alle comunità; comprende, altresì, le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito” (art. 1).
Il lavoro e la formazione dello Psicologo vanno distinti dalla professione di Psichiatra e dello Psicoterapeuta.
Lo Psicoterapeuta è uno psicologo che oltre a possedere i titoli di cui sopra, ha svolto un percorso minimo quadriennale di specializzazione in psicoterapia presso istituti legalmente riconosciuti dal miur ( Ministero Istruzione Universita e Ricerca), e un periodo di tirocinio annuale finalizzato all’abilitazione all’esercizio della   psicoterapia.
Lo Psichiatra ha una formazione medica quindi una laurea in medicina e chirurgia e una specializzazione in psichiatria; è abilitato a svolgere attività di psicoterapia e in quanto medico può effettuare prescrizioni farmacologiche.
Esiste oggi una chiara normativa di riferimento che legifera la professionalità dello psicologo, delineandone gli aspetti relativi alla qualità delle competenze, all’etica e alla deontologia, al fine di tutelare gli utenti che richiedono una prestazione psicologica.

Per chi richiede interventi psicologici è importante affidarsi a un professionista regolarmente iscritto all’Ordine, che in forza di tale iscrizione è soggetto all’osservanza di un preciso Codice deontologico a garanzia dell’utente e della correttezza professionale della prestazione.

Lo psicologo svolge la sua professione in vari contesti: in ambito clinico, scolastico, familiare, lavorativo. Opera sia nel settore privato, come libero professionista e in strurture convenzionate, sia nel settore pubblico: ASP, Province, Comunità alloggio, Tribunale per i Minori, servizi socio-sanitari etc.
La sua funzione, anche se ad oggi è ancora diffusa l’accezione di “Medico dei Matti”, è quella di facilitare nel cliente la comprensione e conspevolezza del proprio disagio, aiutandolo ad appropriarsi degli strumenti necessari al superamento dello stesso, quando possibile, e ad accettare gli aspetti che non possono essere modificati.

E’ fontamentale riconoscere l’importanza dell’ incontro nel contesto relazionale di aiuto e sostegno che si crea nello spazio di ascolto tra due “Persone”: “il cliente e lo psicologo”.